Lunedì - Venerdì 8:30 - 12:30 - 15:30 - 19:00
Sabato 8:30 - 12:30

Dove siamo

Via Umberto I 143-145, Milazzo (ME)

Per informazioni e prenotazioni

090 928 7437

medicalcenter@depagroup.it

News

Aggiornamenti sulle attività, i servizi e le specializzazioni del Medical Center Umberto I. 

Irsutismo. Cos’è e come contrastarlo

06/02/2024
La crescita pilifera anomala sul corpo femminile, nota come irsutismo, deriva in genere da un’eccessiva produzione di ormoni androgeni, cioè ad attività mascolinizzante provocata dalle ovaie o dalle ghiandole surrenali. 
L’irsutismo, che si associa frequentemente ad altri disturbi, tra cui irregolarità o scomparsa dei flussi mestruali, sovrappeso, perdita di capelli, acne, a volte si manifesta anche in presenza di normali livelli di androgeni a causa di una eccessiva sensibilità dei recettori ormonali e della cute alla loro azione. 
 
Le condizioni che possono causare alti livelli di androgeni includono:
  • la micropolicistosi ovarica, condizione meglio conosciuta come sindrome dell’ovaio policistico, che è tra le cause più comuni di acne, ipertricosi ed irsutismo. Questa condizione determina un’eccessiva produzione di testosterone e di altri ormoni androgeni da parte delle ovaie;
  • la sindrome di Cushing, condizione nella quale si verifica una produzione di cortisolo più elevata, un ormone coinvolto nella risposta allo stress dell’organismo. L’aumento dei livelli di cortisolo può modificare l’equilibrio e la formazione degli ormoni sessuali, modulandone gli effetti e provocando l’irsutismo;
  • l’iperplasia surrenalica congenita, che provoca un'anomala produzione di ormoni steroidei da parte delle ghiandole surrenali, tra cui il cortisolo ed ormoni androgeni;
  • neoplasie ovariche ormone-secernenti;
  • l’uso di alcuni farmaci.
 
Quali sono i sintomi associati all’irsutismo?
Nonostante possa manifestarsi isolatamente, l’irsutismo si associa frequentemente ad altri disturbi, tra cui irregolarità o scomparsa dei flussi mestruali, sovrappeso, perdita di capelli, acne.
 
Diagnosi 
Per effettuare la diagnosi di irsutismo bisogna avvalersi di una scrupolosa valutazione da parte di un pluri-specialista, sia endocrinologo sia ginecologo, che con la sua visione multidisciplinare di entrambe le specializzazioni, valuterà, dopo una accurata e minuziosa visita completa, la crescita dei peli su viso, collo, torace, schiena, addome e arti, insieme ad altri possibili segni di iper-androgenismo, individuando le indagini strumentali, ormonali e metaboliche necessarie per il processo diagnostico-terapeutico e di follow-up.
 
Esami clinici
In fase di diagnosi, degli accurati esami clinici possono essere determinanti per individuare le cause dell'irsutismo. A tal proposito risulta fondamentale il dosaggio dei seguenti ormoni:
  • DHEAS
  • 17 OH PROGESTERONE 
  • TESTOSTERONE 
  • PROLATTINA 
  • DELTA 4 ANDROSTENEDIONE
  • ACTH. 
 
Trattamenti 
La terapia dipende dalla causa dell’irsutismo. Nel caso della micropolicistosi ovarica il trattamento si basa su un insieme di norme comportamentali e di correzione dello stile di vita insieme a specifiche terapie farmacologiche e metodi di epilazione. Nel caso della sindrome di Cushing o di una neoplasia ovarica, la terapia è chirurgica e prevede la rimozione della causa dell'eccessiva secrezione ormonale.
 
In tutti i casi si tratta di un'alterazione ormonale che coinvolge vari organi endocrini, anche di interesse ginecologico. Quindi non può e non deve essere considerata banalmente una condizione di alterazione dell’equilibrio estetico (affrontabile in sé con adeguati trattamenti specifici), ma una patologia di appropriato interesse clinico adatto a un esperto endocrinologo-ginecologo.
 
Se hai un problema di irsutismo, contatta la nostra reception al numero 090 9287437 (anche WhatsApp) per fissare un appuntamento con uno specialista.